Essere Ladra di Libri: perché?


Tanto tempo fa facevo un’altro lavoro, che non era scrivere, né aveva a che fare con il web. Anzi, per una certa parte di vita mi sono occupata di Cinema e TV. Ed è stato proprio in uno di quei lunghi pomeriggidi riunioni progettuali, con registi ed autori, che è nata Ladra di Libri. E questa nascita la devo ad un giovane sceneggiatore al quale avevo portato dei vecchi libri che gli sarebbero serviti come materiale di spunto per il suo lavoro. Mi aveva chiesto perché io, che facevo tutt’altro, avessi quel tipo di volumi e io, un po’ misteriosa, gli avevo detto che prima, in una vita precedente, avevo fatto un altro lavoro più…di archivio! Non gli dissi mai di cosa si trattasse ma lui, con il suo sguardo sfuggente, da dietro un paio di occhialini da Herry Potter, mi guardò e seriamente disse: “Cosa facevi, la Ladra di Libri?”.

La cosa mi fece assai ridere perché in effetti, un po’ Ladra lo ero stata, sempre in archivio a spulciare documenti vecchi di secoli, nel tentativo di rubare informazioni per le ricerche commissionatemi.
Ma poi questa definizione cominciò a piacermi davvero. Me la sentivo proprio cucita addosso e non perché rubassi i libri, ma perché ovunque mi trovassi, riuscivo sempre a trovare il pretesto per leggere.
Non rubavo fisicamente i libri, ma ciò che loro contenevano. Sono sempre stata assetata di qualsiasi sapere mi finisse tra le mani (e sotto gli occhiali). Leggere per me era come esplorare nuovi mondi, creare relazioni tra le cose, imparare a vedere la realtà sotto altri punti di vista.

Così ho pensato che quello dei ladri di libri fosse qualcosa che andasse oltre la battuta sagace, che fosse, invece, un po’ la mia essenza. Se univo i puntini della mia vita, i libri e la lettura erano quasi una costante. Ho fatto un numero di lavoro diversi, esperienze fatte per il gusto di vedere “come sarebbe stato se…” e nessuna mi aveva riempito la vita. Nessuna ad eccezione di una buona lettura, di una chiacchierata di amici sull’ultimo libro letto, di un pomeriggio trascorso in libreria. Quindi perché non esserlo veramente, una Ladra di Libri? La vera avventura inizia proprio adesso!

Ladra di Libri

Ladra di Libri

Web Editor at Ladra di Libri
Mi chiamo Mariana, sono una ladra, compulsiva, ossessiva e ripetitiva. E sono una Ladra di Libri.
Ladra di Libri

Ladra di Libri

Mi chiamo Mariana, sono una ladra, compulsiva, ossessiva e ripetitiva. E sono una Ladra di Libri.

Un pensiero riguardo “Essere Ladra di Libri: perché?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: