E D’Avenia spodestò Harry Potter | Libri in classifica #3

Il fine settimana ha portato il grande sorpasso: Harry Potter scivola in terza posizione, dietro ad Alessandro D’Avenia e Valter Longo con la “Dieta della longevità”.

Settimana scorsa ci siamo lasciati chiedendoci chi mai avrebbe avuto la forza di spodestare Harry Potter dalla classifica dei più letti in Italia delle ultime settimane. La risposta ce l’ha portata il week end, dopo la pubblicazione del nuovo libro di Alessandro D’Avenia, L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita. Non ve ne parlo di nuovo, ma vi rimando alla recensione che ho scritto lunedì dopo un piacevole week end di lettura. Resta comunque un pollice alzato ed un libro da leggere almeno una volta nella vita.

Ma questa settimana ha portato anche altre novità. Vediamole insieme!


Leggi anche >> D’Avenia dà lezioni di felicità | Recensione di “L’arte di essere fragili”


La dieta della longevità di Valter Longo, ovvero “Dallo scienziato che ha rivoluzionato la ricerca su staminali e invecchiamento, la dieta mima-digiuno per vivere sani fino a 110 anni”. Al secondo posto della classifica, è decisamente un pollice alzato. Possiamo dire, infatti, che proprio in questo libro, a metà tra saggio e manuale d’us0, è raccolta la summa di tutte le ricerche e le scoperte fatte da Longo negli ultimi anni. Dalle staminali, alla genetica, Longo applica le sue teorie al nostro vivere quotidiano, ed in particolar modo all’alimentazione che ritiene essere la prima fonte di benessere, a patto che si seguano alcuni pilastri base. Con la proposta di una dieta-minima, intervallata da brevi periodi di digiuno, dovremmo poter allungare la nostra vita, sconfiggere le peggiori malattie e vivere meglio con noi stessi e il nostro corpo. E anche se sembrano promesse da ciarlatano, in una società del benessere come la nostra, ogni piccolo ritrovato può avere una portata strabiliante. Come disse Umberto Veronesi “La Dieta Minima-Digiuno abbassa i fattori di rischio associati all’invecchiamento, come ad esempio le malattie cardiovascolari, il diabete, l’obesità e il cancro. In pratica l’invecchiamento viene rallentato, assicurandoci dieci anni di vita in più”. Da leggere!

La notte del predatore di Wilbur Smith e Tom Cain. Se siete cresciuti a cavallo tra gli anni 80 e gli anni 90 come la sottoscritta, vi sarete imbattuti sicuramente in uno di quei b-movie con Vandamme o il Lamas di turno: il protagonista è il belloccio tormentato dalla perdita violenta del proprio amore e si professa disposto a tutto per vendicarsi. In poche parole ecco la trama dell’ultimo libro di W. Smith che, come al solito non si smentisce e ordisce un romanzo d’avventura scritto bene ma, nella sostanza, trito e ritrito. Per nostalgici.

Il coraggio di essere liberi di Vito Mancuso entra in calssifica questa settimana e di impone subito all’attenzione dei lettori, forse per il titolo accattivante, forse perché lo stile di Mancuso affascina e interessa a prescindere. Il libro parte da una domanda: «Tu ti ritieni libero? E se non ti ritieni tale, lo vuoi diventare? Hai, vuoi avere, il coraggio di essere libero?». Con questo spunto ha inizio una lunga dissertazione su quelle che sono le forme di schiavitù del contemporaneo, corredate da annessa riflessione sul come poterle sconfiggere. Una buona lettura domenicale.

Mio fratello rincorre i dinosauri. Storia mia e di Giovanni che ha un cromosoma in più di Giacomo Mazzariol è uno di quei libri che sono davvero felice di vedere in classifica e che è sul mio comodino da qualche giorno, in attesa di essere letto. Sì perché sono mamma e sono una sentimentalona e quando mi parlano di famiglia, fratelli e romanzi di formazione non posso farne a meno! E così accade anche per Mio fratello rincorre i dinosauri, una storia molto delicata del rapporto tra due fratelli, di cui uno, il più piccolo, Down. Una storia dolce e delicata, fatta di piccoli momenti di vita quotidiana e di grandi difficoltà da superare. Da leggere!!!

La lingua geniale. 9 ragioni per amare il greco di Andrea Marcolongo è tutto fuorché un libro noioso. Se state pensando “che palle questo greco!” allora questo testo è quello che fa per voi. Finito ieri di leggere, mi sono resa conto che il libro di Marcolongo non è solo una acuta riflessione su quanto il greco antico non sia affatto una lingua morta, ma un vero e proprio modo di vedere il mondo e di leggerne le sue arcane forze. Se riuscirò, la prossima settimana recensirò anche questo, ma per ora non posso che invitarvi alla sua lettura!


E se hai già scelto il tuo libro, puoi trovarlo sullo store di Ladra di Libri sfogliando semplicemente i link nel testo, oppure scoprire la vetrina dei Top Ten di questa settimana!

compradallatopten

Se stai cercando le versioni cartacee, invece, clicca qui:

>>

Ladra di Libri

Ladra di Libri

Web Editor at Ladra di Libri
Mi chiamo Mariana, sono una ladra, compulsiva, ossessiva e ripetitiva. E sono una Ladra di Libri.
Ladra di Libri

Latest posts by Ladra di Libri (see all)

Ladra di Libri

Mi chiamo Mariana, sono una ladra, compulsiva, ossessiva e ripetitiva. E sono una Ladra di Libri.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: