Un mare di tristezza di Anna Iudica e Chiara Vignocchi

La tristezza a volte è vasta come il mare, ma molto spesso basta cambiare prospettiva perchè tutto diventi migliore! Ce lo racconta anche “Un mare di tristezza” di Anna Iudica e Chiara Vignocchi, edito da Minibombo.

Un giorno in fondo al mare un pesciolino si sentiva triste e sconsolato.” Inizia così il simpatico libro scritto ed illustrato da Anna Iudica e Chiara Vignocchi, Un mare di tristezza, un bel libro illustrato adatto ai nostri piccoli lettori a partire dai 3 anni. La storia narrata da queste due autrici, e pubblicata dalla Casa Editrice MiniBombo, è un inno alla felicità ed alla possibilità di risolvere ogni problema, semplicemente cambiando prospettiva e modo di osservare la realtà.

Il piccolo pesciolino è molto triste e nel suo peregrinare per il mare, incontra altri pesciolini e creature marine tutti “affetti” dalla stessa tristezza, in un vero e proprio elenco di stati d’animo negativi, dalla mestizia all’afflizione, dall’essere “giù di corda” all’essere “affranti”. Impariamo tante paroline nuove che ci aiutano a descrivere quegli stati d’animo che sono sempre così difficili da affrontare, da capire e da descrivere. Ci sono le meduse, il banco di sardine, il calamaro, il pesce palla e una sogliola afflitta, un rombo, un nasello: il nostro pesciolino li incontra uno ad uno e in essi non legge che tristezza e afflizione. Sino a che non incontra una tartaruga che ha in serbo per lui una piccola rivelazione e una grande scoperta.

Ogni pagina è abitata da bei disegni dai colori pastello, forme semplici e piacevoli che si fanno leggere, esattamente come il testo che le accompagna. Ma tutto il libro è caratterizzato da un piccolo gioco che ci viene svelato proprio all’ultima pagina, dalla nostra amica tartaruga.

“Nessuno è triste qui!” rispose la tartaruga. “sei tu che sei sottosopra!”

Così basta capovolgere il libro, tornare indietro con le pagine, per scoprire che le faccine triste dei pesciolini, non sono altro che sorrisi felici che si stampano sulle loro faccine. Con un bel gioco grafico, e narrativo, le due autrici spiegano molto semplicemente che quando ci sentiamo tristi, basta guardare le cose da un’altra prospettiva perché i brutti pensieri passino.

Un bel libro, “Un Mare di Tristezza”, sia per noi lettori adulti, sia per i nostri piccoli, che promette di coinvolgerci nelle serate pre-nanna e farci andare a letto con un bel sorriso soddisfatto.


Se vuoi leggere questo libro, chiedilo alla Ladra >> prenota ora

oppure acquistalo sullo store affiliato Amazon della Ladra

Ladra di Libri

Ladra di Libri

Web Editor at Ladra di Libri
Mi chiamo Mariana, sono una ladra, compulsiva, ossessiva e ripetitiva. E sono una Ladra di Libri.
Ladra di Libri

Ladra di Libri

Mi chiamo Mariana, sono una ladra, compulsiva, ossessiva e ripetitiva. E sono una Ladra di Libri.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: