Mercoledì in vetrina – 17 ottobre

Mercoledì in vetrina – 17 ottobre

ottobre 17, 2018 0 Di Ladra di Libri

Mercoledì arriva pianino pianino in quel del Covo della Ladra – Ladra di Libri, ma, come ogni mercoledì, porta con sé anche la nuova vetrina.

E questa settimana, complici percorsi di lettura nati in libreria, è un po’ dedicata a chi non ferma il proprio sguardo al limitare dell’orizzonte ma, come un navigante, cerca ciò che vi è “oltre”.Così abbiamo scelto:

✔️ “I fratelli Gheddafi“, edito bookabook, ovvero il protagonista del nostro Open Book con Marco Ubezio di questo venerdì, alle 19:00 con la moderazione di 

✔️ un bel giallo “storico” che leggeremo insieme domani, a partire dalle 19:00, in un nuovo Open Book con Patrizia Debicke e L’oro dei Medici;

✔️ uno dei libri illustrati più belli del momento, scritto e disegnato dai TheFanBrothers, ed edito da Gallucci editore: “Dove il mare incontra il cielo“;

✔️ una suggestione che ci viene da un nostro lettore, ed è quindi un usato, quella de “Il mondo d’acqua. Alla scoperta della vita attraverso il mare” pubblicato da Casa Editrice Nord e scritto da Frank Schätzing: non un romanzo, non un trattato, ma la storia letta sotto una particolare lente…”evolutiva”;

✔️ non manca il bravo Björn Larsson e il suo super-classico “Il cerchio celtico” – Iperborea Casa Editrice che un attento Roberto Pegorini ha fatto tornare al Covo.

Infine due libri che parlano e ci parlano dei più piccoli:

✔️ Il bambino nella neve di Wlodek Goldkorn che ha il merito, ed il pregio tra i tanti, di ricordarci che ogni bambino sarà un futuro adulto e che i suoi occhi ricordano ogni cosa che vedono;

✔️ dalla penna di Andrea Laprovitera, un libro da regalare a tutti – anche ai genitori! – edito BeccoGiallo Editore, ovvero “Il bullismo spiegato ai bambini“.

Pochi gialli in vetrina? Forse, ma questa settimana il nostro percorso di lettura vuole essere un percorso di resistenza alle contingenze, come ci insegna il bravo Pennac!

Ogni lettura è un atto di resistenza. 
Di resistenza a cosa? 
A tutte le contingenze.

Daniel Pennac