In promo!

Nel grande vuoto

18,00 15,30

Eckhart è la mia immagine, il mio avatar, la faccia con cui mi presento ai clienti. È anche la mia maschera preferita. In un certo senso io sono Eckhart, anche se non sono affascinante come lui, con la sua aria da uomo della strada e i suoi whisky and soda; non vivo nemmeno in uno studio sottomarino. Esistono per davvero studi sottomarini, di sicuro ce ne sono a Venezia, ma io non sto a Venezia, io sto nell’abitacolo della mia vecchia Lux parcheggiata nell’ansa disseccata del Tevere, all’ombra di un ponte senza nome. Io sono Meister Eckhart e Meister Eckhart è me. Sono un debunker privato.

Il Crollo ha scavato un profondo precipizio nella storia del mondo, e quel che è rimasto dell’umanità vive con un’idea confusa del proprio passato, perennemente connessa all’Aion, l’onnisciente insieme organico di menti che grazie alla Realtà Aumentata offre a chiunque la possibilità – ovviamente a pagamento – di mostrare agli altri un avatar, una versione tridimensionale contraffatta di sé dietro cui trincerarsi e nascondere i propri fallimenti e le proprie solitudini. Finire, anche solo per pochi minuti, in Tendenza: ecco il sogno che tiranneggia la vita di ognuno. Ma un mondo in cui tutto è camuffabile è un mondo in cui tutto è manipolabile: immersi in un maelstrom informatico che abbaglia con mondi fittizi, pop-up e banner pubblicitari, gli esseri umani si ritrovano alla mercé di fake news, improvvisati guru e finti salvatori. L’unico modo per proteggersi è ricorrere ai debunker, detective privati e demistificatori che setacciano la Rete ripulendola dalle menzogne telematiche. E uno dei migliori in circolazione è sicuramente Meister Eckhart, anche perché rispetto ai suoi colleghi ha un vantaggio segreto: grazie a un difetto all’impianto spinale, Eckhart se si copre un occhio vede il mondo vero, spogliato dal doping dell’Aion. Quando alla porta del suo ufficio bussa la fascinosa Eva, decisa a far luce sulla morte misteriosa del figlio Ivan e sulla sua ancor più inspiegabile scomparsa dall’Aion, Eckhart accetta il caso, senza sapere di avere appena commesso l’errore più terribile della sua vita.

Descrizione

Adil Bellafqih

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus
Anno edizione: 2019
In commercio dal: 2 aprile 2019
Pagine: 273 p., Rilegato

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Nel grande vuoto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.