Porta Venezia

16,00

Architetto, vedovo, alle soglie della terza età e con una figlia che vive all’estero, Tommaso Ponte trascorre le sue giornate dense di impegni tra il lavoro e le sue meticolose abitudini domestiche. Ultimo esponente di una ricca e colta famiglia dell’alta borghesia milanese, ha da poco ereditato tutte le sostanze di una facoltosa zia, della quale era stato il nipote prediletto. Poco importa però a Tommaso del denaro, che comunque non gli manca; quello che davvero gli interessa è la dimensione interiore, dei ricordi e degli oggetti che ne sono espressione e testimonianza. Così è il suo carattere, solitario e incline alla meditazione, quasi un moderno stilita, nella sua casa all’ultimo piano della torre Rasini, il famoso edificio nei pressi di Porta Venezia. A un certo punto però, forse per uno strano scherzo del destino o per una specie di contrappasso, anche la vita più lineare e “ordinata” può cedere il passo al disordine e all’imprevisto, o meglio a ciò che nessuno si aspetterebbe da una persona come Tommaso. E proprio perché, come egli ama sempre ribadire a se stesso, non fa l’architetto ma “è” architetto, un dopo pranzo di Pasqua, da solo con la figlia, è l’occasione per far vedere alla ragazza il motivo delle sue “stranezze” degli ultimi tempi: un bizzarro progetto architettonico nella campagna milanese sulle rovine di un antico convento, un’opera in fieri destinata probabilmente a rimanere incompiuta; il suo modo di farsi ricordare dai posteri. Con il suo secondo romanzo, Carlo Nardi, architetto egli stesso, ci fa entrare nel mondo intimo e privato del suo “personaggio-collega” e ci mostra, con discrezione, che tra tanti “maestri”, riconosciuti e quasi venerati, forse non sono mai menzionati uomini come Tommaso che, lontano dai riflettori, avrebbero molto da insegnare

Disponibile (ordinabile)

Categoria: Tag: ,

Descrizione

Carlo Nardi

Editore:Italic
Collana:Pequod
Data uscita:06/12/2018
Pagine:161

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Porta Venezia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.